Project Description

Disastro ambientale di Gran Tarajal

OPERAZIONE NEL PORTO DI GRAN TARAJAL MEDIANTE BIORISANAMENTO

Galleria fotografica dell’operazione nel porto di Gran Tarajal

Febbraio-ottobre 2018

Il trattamento di Biorisanamento effettuato nel porto di Gran Tarajal (Fuerteventura) è il caso della decontaminazione dagli idrocarburi con metodi biologici piú grande effettuato in Spagna.

Nel febbraio 2018 la tempesta Emma affondò 8 navi in uno dei porti più grandi delle Isole Canarie, scaricando centinaia di tonnellate di idrocarburi e derivati in mare.
Questo disastro ambientale ha completamente modificato l’attività svolta dai pescatori e dai lavoratori portuali.
Il governo delle Canarie ha assunto Biopulcher per decontaminare le acque del porto e, parallelamente al processo di estrazione delle navi affondate, ha attivato un piano ambientale realizzato da Biopulcher.

Risultati

Durante 8 mesi, Biopulcher ha bonificato le acque del porto dalla contaminazione iniziale e dagli sversamenti che si sono verificati a seguito del processo di recupero delle navi affondate.

Dall’ottobre 2018 le acque sono state decontaminate, il porto e gli abitanti del Gran Tarajal hanno recuperato la loro attività abituale. Questo processo è stato realizzato senza alterare l’ecosistema marino e con un impatto ambientale minimo.

Tutti i dati sulla qualità dell’acqua del porto dopo l’intervento con il biorisanamento sono stati pubblicati dalla piattaforma Puertos Canarios.

Qui il recupero del porto di Gran Tarajal sul telegiornale dell’8 agosto 2018

Load More Posts

Altre operazioni

Biorisanamento per l’ambiente

Contatto